Nell'Arca

Gruppo di analiste junghiane
per la terapia di coppia

Perchè Nell'Arca

L’immagine dell’Arca risale alla narrazione biblica. Una grande imbarcazione in legno di cipresso fu costruita da Noè, per contenere coppie di tutti gli esseri viventi e assicurare loro la sopravvivenza al Diluvio Universale. Noè, la sua famiglia e gli animali da lui raccolti rimasero nell’Arca per circa un anno. Ne uscirono quando la terra fu libera dalle acque per tornare ad abitarla.

Leggi tutto »

Può accadere che una coppia si trovi nel mezzo di una crisi, che sembra travolgerla come una tempesta. La crisi sembra inarrestabile e si teme che possa dilagare e distruggere, come un diluvio, tutto ciò che è stato costruito. A volte i partner sentono di non farcela con le loro sole forze e si rivolgono a uno psicoterapeuta. In questi casi, per soccorrere la coppia nell’affrontare la crisi, mettiamo a disposizione un contenitore solido e resistente, nel quale con il nostro aiuto i partner possano resistere agli urti delle intemperie per il tempo necessario, e farvi fronte. La nostra Arca è la terapia di coppia junghiana, nella quale mettiamo a disposizione formazione specialistica ed esperienza.

Il disagio nella coppia oggi

In questi anni, lavorando nelle istituzioni e nei nostri studi privati, abbiamo constatato il profondo disagio relazionale che spesso coinvolge la coppia. Ciò avviene indipendentemente dall'età, dallo status, dalla presenza di figli. Spesso, la coppia vive dei periodi di sofferenza temporanei, che possono ricondursi alla difficoltà di adattarsi a nuove fasi del ciclo di vita, o a cambiamenti nella situazione lavorativa e sociale.

Leggi tutto »

Difficoltà possono sorgere anche nell'affrontare insieme le problematiche e le sofferenze personali di ciascun partner. In altri casi non appaiono specifici eventi o fattori che determinano le difficoltà della coppia; piuttosto, sembra esservi l’impossibilità di unire le esigenze soggettive di ciascuno con le necessità comuni dello stare insieme. Il desiderio di una realizzazione personale, dell’uomo o della donna, a volte oggi corrode l’area del dialogo e della condivisione di un progetto. Individuarsi come soggetto e relazionarsi con l’altro, per molti sembrano compiti inconciliabili; eppure entrambi sono obiettivi fondamentali della terapia junghiana. Certe volte la coppia vive un conflitto permanente e distruttivo. Lo spettro della separazione può evocare una sequenza di reazioni drammatiche come disorientamento, depressione, rabbia. Il rivolgersi a una terapia di coppia sembra allora particolarmente necessario.

Una crisi creativa?

La crisi della coppia rappresenta una delle maggiori sofferenze che possano investire l’individuo, attaccando nelle fondamenta il suo progetto e stile di vita. L’insorgere di una crisi può rappresentare, tuttavia, anche un’occasione preziosa per cercare un confronto più autentico con l’altro e una vera relazione psicologica. Tale relazione richiede consapevolezza e capacità di fare luce sulle parti inconsce e in ombra, sia personali che appartenenti alla dinamica a due.

Leggi tutto »

Nella terapia junghiana l’individuazione non è individualismo, ma possibilità di una crescita personale nella relazione consapevole con l’altro. La terapia junghiana della coppia si propone di dare un senso alla sofferenza e, se possibile, di riattivare gli effetti benefici che, nella coppia, ciascuno può esercitare sull’altro. L’analista cercherà di accompagnare i partner verso una relazione più stabile e feconda; ma se non sarà possibile, cercherà di aiutare ciascuno a ritrovare un maggiore rispetto di sé e dell’altro. Ogni crisi rappresenta una discontinuità nella relazione, ma, proprio per questo, può mobilitare energie profonde e costituirsi come apertura al cambiamento e alla trasformazione. Rimettersi in gioco come coppia in una terapia ad orientamento junghiano può essere determinante affinché la crisi possa essere vissuta come una “crisi creativa”, nella quale sviluppare nuove energie e risorse, sia personali che di coppia.